A.S. 2021/2022

Ci siamo fermati a riflettere, in assemblea, su cosa significhi per noi celebrare la terra e su come possiamo aiutarla.

Abbiamo deciso di progettare un nuovo spazio, nel parco della scuola, dedicato ai fiori “amici delle api e degli insetti”, che non verrà sfalciato dai giardinieri e ci permetterà di osservare la biodiversità presente nel nostro giardino.

Ogni intervento, nasce dalla curiosità dei bambini e delle bambine,
viene progettato insieme ed è pensato per diventare parte della scuola. Prendercene cura quotidianamente diventa parte della nostra routine, così che tutti i bambini possano interiorizzare l’importanza del prendersi cura della natura perché la giornata della terra, per noi, va celebrata tutti i giorni.

Oggi sono venuti a trovarci nel parco della nostra scuola alcuni membri della protezione civile cinofili e radio emergenza.

Con l’aiuto di addestratori esperti i bambini hanno imparato alcune fondamentali regole per entrare in relazione in maniera adeguata con il cane, ad esempio come avvicinarsi, come accarezzarlo e come guidarlo.

Hanno inoltre assistito al lavoro di un bellissimo Golden Retriever addestrato al recupero di persone disperse.

Conoscere i cani ha permesso ai bambini di sperimentare come relazionarsi in modo corretto con loro, superando timori e diffidenze, decentrandosi da sé stessi e allenando l’empatia.

“Quando avanzo l’acqua a scuola, dopo la mia nonna la butta”
“Va giù nel lavandino”
“Così si spreca!”
“Possiamo darla da bere alle piante e agli uccellini”

In occasione del World Water Day vi riproponiamo l’iniziativa del “contenitore dell’acqua”, una pratica promossa spontaneamente dai bambini al fine di trovare un modo alternativo per utilizzare l’acqua che quotidianamente viene avanzata nella borraccia.
Ogni giorno, il residuo di acqua viene versato in una bottiglia e successivamente viene utilizzato per innaffiare le piante nella nostra serra dei profumi e per riempire gli abbeveratoi degli uccellini.

Essere una Green School per noi significa anche rendere i bambini promotori di pratiche per valorizzare e non sprecare questa preziosa risorsa.

La nostra scuola è fatta principalmente di cupole e vetrate quindi è semplice non sprecare energia elettrica, ma a casa?Abbiamo parlato con i bambini in assemblea e sono nate diverse riflessioni sull’importanza del risparmio energetico e su cosa possiamo fare quotidianamente per non sprecare la corrente elettrica e hanno deciso che faranno i “guardiani della luce” anche a casa.
I bambini si sono anche confrontati su questa giornata “speciale” e hanno formulato diverse proposte che abbiamo inviato, da parte loro, alle famiglie.


In assemblea, parlando della festa di Carnevale, é emerso il desiderio di creare coriandoli di foglie da sostituire a quelli di carta che inquinano.
Grazie al prezioso aiuto delle famiglie abbiamo raccolto moltissime foglie e i bambini si sono messi all’opera.
L’ attività pratica permette ai bambini di esercitare e consolidare le abilità di motricità fine, di coordinazione oculo manuale e di concentrazione. L’apprendimento avviene attraverso l’esperienza, in una dimensione che li motiva e stimola la loro curiosità.

Tutti i progetti, che nascono e si sviluppano dalle idee dei bambini, hanno lo scopo di mettere in atto azioni concrete per ridurre l’ impatto ambientale della nostra scuola. Per questo non si esauriscono alla conclusione del progetto ma diventano parte del nostro agire quotidiano.
Anche quest’ anno, per tutto il periodo freddo, quotidianamente in ogni sezione si scelgono due bambini incaricati di riordinare le mangiatoie e preparare la pappa e dell’acqua fresca.

Oh oh oh! Oggi a scuola il suono delle campanelle della slitta ha annunciato un ospite speciale.
“Il Natale è magia, è lo stupore negli occhi dei bambini.”
Babbo Natale e il suo Elfo, dopo i saluti e gli auguri, hanno donato ad ognuno una matita speciale che, quando sarà consumata, potranno piantare per far crescere dei fiori.

Alla fine dell’anno, con la chiusura della scuola, ci siamo chiesti con i bambini e le bambine come fare con le piantine della nostra Serra dei Profumi. 
Hanno trovato una bellissima soluzione: con le loro famiglie, le hanno adottate per l’estate.

A fine Settembre sono tornate tutte in Serra, pronte per essere accudite dai nostri piccoli giardinieri.